Vacanze in Puglia con i bambini: 9 città + 2 mete imperdibili da visitare

bambini vacanza puglia
bambini vacanza puglia – © Greta Ceresini Flickr

Organizzare un viaggio in Puglia con bambini a seguito, può destare non poche preoccupazioni in genitori piuttosto apprensivi e meticolosi.

Escludere però la possibilità di visitare un museo o una città perché si pensa di non riuscire a coinvolgere abbastanza i più piccoli, è certamente un errore!

Perché non abituare i nostri figli ad un tipo di vacanza o tour che non abbia solo a che fare con il mare?

Sin da piccoli bisognerebbe capire l’importanza della cultura, del sapere, del viaggio come scoperta.

La Puglia è una regione meravigliosa che merita veramente di essere scoperta in lungo e in largo; ma molto spesso, se si pensa ad un viaggio verso il tacco d’Italia, la prima cosa che viene in mente è la vacanza al mare.

Tra il Gargano, il Salento e la Costa Merlata c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Il mare profondo di alcune zone è ben compensato da lunghissimi chilometri di costa, in cui l’acqua è bassa e facilmente accessibile per tutti.

Apparentemente una vacanza al mare può sembrare la cosa più facile e “comoda” da organizzare, soprattutto se si pensa alle innumerevoli strutture attrezzate; ma, affidandosi agli esperti, è possibile fare tour di ogni genere, sempre col massimo comfort.

Giocando si impara più facilmente e le cose restano impresse più a lungo, per questo visitare le città bellissime della Puglia può essere momento di svago e d’insegnamento allo stesso tempo.

Nove città pugliesi che puoi visitare con i tuoi bambini

I bambini più grandi non si annoiano mai perché spesso si trovano a condividere la piacevole passeggiata con altri bambini dello stesso gruppo.

Sicuramente per chi ha figli più piccoli, che non possono muoversi senza passeggino, vi sono posti che risultano meno agevoli da visitare, ma spesso la buona volontà dei genitori e il loro spirito di adattamento rendono le cose più semplici.

Persino le stradine più scoscese diventano facilmente percorribili, quando si è ben predisposti alla visita!

In realtà, però, l’agevolazione maggiore è data dal fatto che le zone turistiche sono tutte ben organizzate ed offrono molto spesso percorsi alternativi da attraversare facilmente coi passeggini.

Facciamo qualche esempio.

Alberobello comprende una zona fatta a gradoni abbastanza ampi per poter salire e scendere con un passeggino senza grosse difficoltà; mentre la zona prospiciente a questa (ovvero quella in cui si trova il Trullo Sovrano), è ancora più facilmente percorribile, perché non ha scalini ed è caratterizzata da tratti a traffico limitato.

Leggi tutte le informazioni nella nostra guida completa su Alberobello.

Andare ad Andria, ma soprattutto visitare Castel del Monte con i bambini equivale a vivere reali momenti da favola, dando ampio spazio all’immaginazione per immedesimarsi in ruoli di principi e principesse di un’epoca passata.
Bari, Polignano, Trani e Ostuni, coi loro centri storici meravigliosi e la presenza del mare, rendono la permanenza dei turisti davvero un’esperienza straordinaria; i bambini saranno affascinati dalle atmosfere notturne, le mille luci soffuse e le tantissime attrazioni pensate esclusivamente per loro.

Vedere Lecce con i bambini, così come Matera (in Basilicata), è davvero comodo, poiché la maggior parte delle strade da percorrere in centro, sia per l’una che per l’altra città, sono pedonali o a traffico limitato. Provate ad immaginare, anche solo per un attimo, lo stupore negli occhi dei più piccini nell’apprendere che tanti uomini hanno vissuto a lungo nelle case grotta di Matera; è come se improvvisamente quanto letto nei libri di storia diventasse realtà!

Toursharingpuglia offre innumerevoli tour a piedi (walking tour) organizzati per soddisfare ogni esigenza, con guide preparate ed itinerari molto interessanti, che comprendono una visita alle attrazioni turistiche principali del posto e, molto spesso, anche piccoli percorsi in cui è compreso l’assaggio di prodotti tipici della regione (come quello dei confetti Tenerelli di Andria).

I tour a piedi non lasciano spazio alla noia perché, camminando, c’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire dietro l’angolo.

È proprio questo il punto forte del walking tour, ovvero il fatto che, spostandosi da una parte all’altra, grandi e piccini sono attratti dalle continue novità; così tutti riescono a visitare tantissime cose senza avvertire il peso della stanchezza, anche grazie al fatto che questa esperienza è condivisa con altri adulti e bambini.

Nessun genitore deve preoccuparsi dell’aspetto organizzativo perché Toursharingpuglia rappresenta una garanzia di qualità in tal senso!

Due mete che incantano i bambini: Zoo Safari di Fasano e Grotte di Castellana

Lo Zoo Safari di Fasano è tra i più grandi d’Europa ed è una tappa bellissima da fare in compagnia dei bambini!

È come fare una lezione completa e avvincente sul regno animale, senza dover leggere in un libro, ma con le “sole” rappresentazioni viventi degli stessi.

Percorrendo le strade dello zoo tutto risulta interessante: gli odori, i versi, gli scenari. È bellissimo vedere le espressioni dei bambini dinanzi ad un animale esotico, visto fino ad allora soltanto in tv o sui libri.

I bambini non hanno idea di quale sia la loro reale grandezza e, soltanto dal vivo, ne vengono piacevolmente a conoscenza.

Si sentono spesso esclamazioni di questo genere: “non pensavo che il leone fosse così grande”, “..che il ruggito della tigre fosse così spaventoso” e “che l’elefante avesse un cattivo odore”.

Scoprire dal vivo un mondo di animali affascinanti suscita nei bambini continue emozioni e, ovviamente, non è difficile tenerli a bada!

Oltre a percorrere circuiti sicuri e ben strutturati (in macchina, a piedi o col trenino), per i più piccoli in particolare sono state ideate attrazioni di ogni genere: mostre, musei, spettacolo con le marionette, percorsi didattici, spettacoli coi delfini, percorsi avventura con le giostre, cinema e gli immancabili punti ristoro.

Le Grotte di Castellana, invece, prevedono un percorso sotto terra davvero spettacolare perché richiama scenari onirici o di film d’animazione, molto apprezzati dai bambini. Stalattiti, stalagmiti e caverne raccontano di fenomeni biologici avvenuti durante il corso dei secoli precedenti, riuscendo a catturare l’attenzione anche dei bambini più discoli. Molte scuole, infatti, organizzano gite alle Grotte di Castellana proprio per creare momenti didattici e di apprendimento diretto, con la minor distrazione possibile. Le guide, poi, sono molto brave a rendere partecipi i bambini, coinvolgendoli in un ascolto attivo, in modo che loro stessi possano intervenire e partecipare divertendosi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *